Giuseppe Piscopo è il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione della Montalbano Agricola Alimentare Toscana Spa, la società con sede operativa a Vinci (Fi) che associa importanti cooperative operanti nel comparto oleario. Piscopo ha ricevuto il testimone dal presidente uscente Raffaello Lippi, per venticinque anni alla presidenza, nel corso dell’assemblea per l’approvazione del bilancio e il rinnovo delle cariche sociali che si è tenuta sabato 19 ottobre a Vinci. Presenti tra gli altri il presidente di Legacoop Nazionale Mauro Lusetti e il presidente di Legacoop Agroalimentare Nazionale Giovanni Luppi.

“Sono particolarmente onorato di assumere questo incarico di grande prestigio e di altrettanta responsabilità – afferma Giuseppe Piscopo, nuovo presidente della Montalbano Agricola Alimentare Toscana Spa -. La Montalbano Agricola Alimentare Toscana rappresenta oramai da molti anni una delle più importanti imprese toscane che operano nel settore agro-alimentare. Da oggi, a seguito dell’allargamento della base sociale con l’ingresso di un’impresa pugliese e con l’ingresso di Coopfond (il fondo mutualistico di Legacoop) si candida a diventare sempre più un punto di riferimento nazionale nel comparto oleario per tutta la cooperazione agro-alimentare. Vogliamo contribuire, attraverso la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva (Toscano IGP e Italiano 100%), a difendere il reddito degli olivicoltori evitando un pericoloso fenomeno di abbandono degli oliveti, che rappresenterebbe un danno per l’intera collettività: la coltivazione dell’olivo costituisce anche un elemento di difesa del territorio dai rischi idrogeologici, dell’ambiente e del paesaggio”.

Il fatturato diretto della Montalbano Agricola Alimentare Toscana Spa ammonta a circa 61 milioni di euro. Il fatturato del gruppo (società collegate comprese) si attesta sui 250 milioni di euro.

Piscopo, fiorentino, attuale Direttore Generale di Legacoop Agroalimentare Nazionale, ha in precedenza ricoperto l’incarico di Presidente di Agri-Gest (società di consulenza e servizi nel settore agro-alimentare) dal 1996 al 2005 ed è stato dal 1999 al 2007 presidente de Le Chiantigiane, società cooperativa operante nel settore vitivinicolo.