Spazi Cultura GestionaleNasce l’Albo degli amministratori di cooperativa, per migliorare le capacità di controllo e gestione delle imprese aumentando conoscenze e competenze dei gruppi dirigenti.

L’Albo, creato da Legacoop Toscana, è stato presentato questa mattina a Firenze, dove era in programma la giornata conclusiva della seconda edizione del corso “Spazi di cultura gestionale”, organizzato dalla Lega regionale delle Cooperative e Mutue con il sostegno di Coopfond, che si è svolto da ottobre a dicembre 2017. Il corso, rivolto agli amministratori delle cooperative aderenti a Legacoop Toscana, ha previsto una serie di lezioni dedicate ad approfondire i temi della differenza cooperativa rispetto ad altre forme di impresa, le specificità del bilancio delle cooperative, la condizione del socio-lavoratore, il dettaglio degli organi sociali e della responsabilità degli amministratori, oltre a due seminari: uno sulla nuova disciplina sugli appalti pubblici e uno su storia e valori della cooperazione.

“L’Albo nasce per fare in modo che tutti gli amministratori possano essere adeguatamente formati e aumentare la loro consapevolezza sui modi e gli strumenti di gestione – ha spiegato il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini – per controllare così le azioni intraprese dalle proprie cooperative e capirne gli effetti. L’obiettivo è dotare i dirigenti delle competenze necessarie a esercitare una gestione sempre più consapevole”.

Entro fine anno – secondo il percorso tracciato da Legacoop – saranno almeno 600 (su un totale di oltre 4.000 dirigenti delle cooperative aderenti a Legacoop Toscana) gli amministratori che avranno partecipato al corso “Spazi di cultura gestionale” ottenendo il Patentino per amministratori di cooperativa e che saranno quindi iscritti all’Albo, di cui faranno parte anche i dirigenti in possesso di adeguati titoli di studio o coloro che abbiano maturato esperienze significative all’interno dei consigli di amministrazione delle cooperative.

E proprio al termine della mattinata di oggi, in cui si è parlato de “La sfida della cooperazione” con Roberto Negrini, presidente di Legacoop Toscana, Paolo Cantelli di Legacoop Toscana e Luca Bernareggi, vicepresidente vicario di Legacoop nazionale, è stato consegnato il Patentino per amministratori di cooperativa ai 120 partecipanti al corso, che costituisce un titolo qualificante per lo svolgimento dell’attività di consigliere di amministrazione della cooperativa. L’obiettivo è che nel giro di qualche anno tutte le cooperative abbiano almeno la metà dei loro amministratori iscritti all’Albo. Quella conclusa stamani è la prima delle tre edizioni del corso in programma nel 2018: i prossimi sono previsti a maggio-giugno e ottobre-dicembre.

“Anzitutto vorrei esprimere i complimenti ai colleghi di Legacoop Toscana che hanno avuto il merito di immaginare e realizzare questa iniziativa – ha sottolineato Bernareggi – è una risposta concreta e originale alla necessità di qualificare le competenze ed estendere livelli di consapevolezza e responsabilità di tutti coloro che amministrano le cooperative. Le complessità dei settori e dei territori in cui operano oggi le cooperative che rappresentiamo richiedono maggiore attenzione e investimenti continui in formazione dei gruppi dirigenti e dei soci. Penso che questa idea possa essere sicuramente estesa anche in altre regioni”.

Il progetto sta riscuotendo un sempre maggior apprezzamento, come dimostrato anche dai risultati dei questionari compilati dagli stessi partecipanti, da cui è emersa una valutazione complessiva del corso molto buona, con un miglioramento del giudizio rispetto alla prima edizione dell’iniziativa realizzata nel 2016.

Spazi Cultura Gestionale 3